Carissimi Soci e carissimi Amici, Collaboratori e Sostenitori,

con il Consiglio ed il Centro di Ascolto desideriamo farvi gli auguri per il Natale 2015 inviandovi un aggiornamento sulla vita dell’Associazione.

NOTIZIE DAGLI STUDENTI

Eric (Camerun) si è felicemente laureato in Ingegneria Aerospaziale (Laurea magistrale) con 100/110 e ci ha mandato la seguente lettera:

“Scrivo per ringraziare l’Associazione Sante Malatesta per il sopporto incomparabile che ha dimostrato durante tutta la mia carriera universitaria, conclusa il 21 Luglio 2015 con una laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale.

In effetti, sono arrivato in Italia nel settembre del 2006 e mi ricordo che in quel momento soffrivo di cefalee croniche, innescate due anni prima nel mio paese. Per questo motivo, fui portato a conoscere l’Associazione molto presto, perché nonostante avessi una borsa di studio, era indispensabile un ulteriore supporto per visite all’ospedale ed eventualmente acquisto di farmaci. In realtà, per noi studenti stranieri, il problema che si pone è che a volte può sopraggiungere improvvisamente un’urgenza, che purtroppo non riusciamo ad affrontare perché qui siamo da soli, con famiglie nell’altra parte del globo, comunque impotenti anche loro. In quei casi, organizzazioni come Sante Malatesta risultano essere l’unica speranza.

Da quel momento in poi iniziai una relazione con l’Associazione che perdurerà anche dopo che sarò andato dall’Italia. Infatti pensando oggi a ciò che l’Associazione ha fatto per me, ovunque sarò nel mondo, vorrei ricordarlo e fare lo stesso, diventando tanto per cominciare anch’io un membro attivo.

È ovvio che nel futuro ci sarà un altro studente come me che si troverà nella stessa situazione in cui mi sono trovato.

Ho vissuto a Pisa più di sei anni della mia vita e guardando indietro penso che siano stati gli anni più intensi emozionalmente, però ben compensati alla fine con un maestoso successo. Ad essere sincero devo in gran parte questa stabilità all’associazione; questo perché nei momenti più difficili c’è sempre stata.

Quante volte ha pagato la mia assicurazione sanitaria? O le spese per il rinnovo del mio permesso di soggiorno? I farmaci prescritti all’ospedale, i quaderni e libri più importanti che mi hanno permesso di superare esami chiave? Quante volte mi ha anche solo ascoltato? Dato speranza?

Non posso ricordarmi di tutto, ma una cosa è certa, l’Associazione ha fatto una vera differenza nel mio percorso a Pisa,e lo sta facendo proprio adesso, nel percorso accademico di molti studenti stranieri .

Mi ricordo anche che all’inizio veniva agli ascolti solo una dozzina di studenti in difficoltà. Però nel tempo il numero è andato sempre crescendo a causa del numero sempre crescente di stranieri che si iscrivono ogni anno all’università di Pisa. Nonostante quello, tutti vengono in qualche modo ascoltati e aiutati.

Per finire vorrei ringraziare I SOCI dell’Associazione, che non si vedono ma che in realtà sono i veri pilastri dell’Associazione senza i quali nessun aiuto potrebbe essere fornito. Sono uomini e donne di buona volontà, benefattori anonimi per alcuni. Dovrebbero sapere quanto è importante il gesto che fanno e portano avanti da parecchi anni; Io chiamerei ciò GESTO DEL CUORE. Sono fiero e grato per ciò che  hanno fatto, stanno facendo e che faranno ancora!!! Ringrazio tutti loro anche da parte dei miei compagni Africani che studiano a Pisa.

Un bacio a Tutti!

Eric Nguegang Wamba

Ingegnere Aerospaziale, specializzato in Dinamica del volo e sistemi di controllo
Università di Pisa”

Nonostante la sua malattia (è anche stato operato in Francia), Thierry (Camerun) sta impegnandosi per concludere i suoi studi in Agraria: ora gli stiamo fornendo l’alloggio.

“Mi chiamo Thierry Dorimain Mboumda studente all’università di Pisa in Scienze Agrarie secondo anno fuori corso. Due anni fa mi è stato diagnosticato una ipertrofia sinistra del cuore , ciò che mi ha impedito di andare avanti con i miei studi. Grazie all Associazione Sante Malatesta sono riuscito a proseguire i miei studi. Mi mancano 5 esami per concludere il mio primo ciclo universitario e ho bisogno di aiuto per l alloggio, perché non sono più borsista.

Vi ringrazio tutti

Distinti saluti

Thierry Mboumda”

ALLOGGI per GLI STUDENTI

Avere un alloggio è ovviamente il prerequisito per poter studiare.
Attualmente, l’Associazione sta alloggiando 12 studenti: due sono sostenuti dai Padri Gesuiti, due sono ospitati gratuitamente al Toniolo e due al Lanteri; una studentessa è sostenuta dal Club Soroptimist; una da una Benefattrice. Abbiamo diverse altre richieste urgenti di alloggio, che non riusciamo a soddisfare.

Chiedo ai Soci se qualcuno volesse “adottare”, finanziandone l’alloggio, uno/a studente: Soci diversi potrebbero anche mettersi d’accordo tra loro per fornire questo sostegno. Sono a disposizione per tutti i chiarimenti.

NOTIZIE SULL’ASSOCIAZIONE

In sintesi:

  • la procedura per acquisire lo status di Onlus e Associazione di Volontariato è stata ultimata ed avete ricevuto le indicazioni per detrarre/dedurre le vostre donazioni (trovate in fondo al messaggio e-mail IBAN e codice fiscale);
  • ricordo a chi non l’avesse già fatto di versare la quota associativa per il 2016 (€ 70);
  • continuiamo a ricevere circa 400 diversi studenti per anno, ciascuno anche più volte: questo può darvi un’idea della complessità del lavoro e delle dimensioni delle esigenze;
  • con grande piacere vi comunico un’OTTIMA NOTIZIA! Si sono presentati all’Associazione nuovi volontari e volontarie, per cui oggi possiamo contare su un gruppo di almeno 15 persone, molto attive e motivate, tra cui diversi giovani: questo è confortante perché fa intravedere un futuro per l’Associazione. Ma il lavoro è tanto e altri volontari sono benvenuti!
  • Siamo molto grati a don Emanuele Morelli e a Debora Cei della Caritas Diocesana, che hanno tenuto per noi un ciclo di incontri di formazione sull’Ascolto. A questo sono seguite riunioni organizzative dei volontari, sia per il Centro di Ascolto che per molti altri tipi di lavoro, connessi alla vita dell’Associazione. Accludo uno schema dell’attuale “suddivisione dei compiti”. Chiunque volesse collaborare a qualche funzione è benvenuto!
  • la presenza dei nuovi volontari ci ha permesso di ampliare il nostro approccio agli studenti e di re-indirizzarne il “focus”. Oltre al sostegno finanziario – spesso indispensabile -, lavoriamo intensamente sul sostegno agli studi, principalmente cercando tutori per materie in cui gli studenti hanno difficoltà, fornendo libri etc. In prospettiva, ciò potrebbe evitar loro di perdere la borsa di studio e con essa l’alloggio ed ogni protezione. Chiunque volesse proporsi come “tutor” per qualche materia sarà benvenuto! Vi prego anche di segnalarci vostri amici e conoscenti per questa funzione.

DUE PROPOSTE

  1. il Centro di Ascolto suggerisce a tutti noi di considerare di invitare, per un pranzetto in famiglia, uno o più dei nostri studenti nel periodo delle feste natalizie;
  2. all’inizio del nuovo anno (gennaio o febbraio) vorremmo partecipare al Giubileo con un incontro di riflessione sulla Misericordia, un tema che è alla base di ogni nostra iniziativa. L’incontro potrebbe occupare una mezza giornata e Don Severino Dianich ha dato la sua disponibilità a guidarlo.

Vi prego di segnalarmi il vostro possibile interesse a partecipare e di comunicarmi i vostri suggerimenti, anche di natura pratica, affinché l’incontro sia positivo.

RINGRAZIAMENTI

Vi prego di scusarmi se non ho potuto ringraziare individualmente tutti i donatori: a tutti va la gratitudine dei nostri studenti, del Centro di Ascolto e mia personale.

Un grazie particolare (scusandomi per eventuali involontarie omissioni):

  • a tutti i volontari del Centro di Ascolto – senza i quali l’Associazione non potrebbe lavorare -, al Consiglio, al Tesoriere Dr. Giuseppe Rotunno e al suo collaboratore, Dr. Marco Pasqualetti, ai Revisori dei conti;
  • alla Caritas Diocesana, per il suo continuo sostegno e la preziosa collaborazione;
  • ai Padri Gesuiti, per il loro aiuto per gli alloggi, per la loro vicinanza e per l’ospitalità nei locali di San Frediano;
  • agli studenti del GRUSF per la loro accoglienza (e le merende!) ai nostri studenti nei mercoledì dell’ascolto;
  • alla Direzione dell’Istituto Toniolo e dell’Istituto Lanteri per l’ospitalità ai nostri studenti;
  • a Rinascita Cristiana, che ha finanziato l’alloggio di un nostro studente per diversi mesi;
  • al Club Soroptimist di Pisa per il suo ripetuto sostegno per il proseguimento nello studio di nostre studentesse;
  • agli Uffici Amministrativi dell’Ateneo di Pisa per il supporto ed in particolare ai Prorettori Marco Guidi e Paolo Mancarella;
  • alle Segreterie degli studenti e al DSU, e in particolare al Dr. Luigi Rivetti e alla Dr.ssa Elena Beisso, per la continua intensa collaborazione;
  • ai Docenti dell’Ateneo di Pisa che collaborano su singoli problemi e ai generosi “Tutor” che seguono negli studi diversi nostri studenti;
  • all’Ing. Giorgio Spinosa, coadiuvato ora dal Dr. Paolo Addis, per la cura del sito dell’Associazione;
  • a tutti i Soci ed Amici per il loro supporto ed in particolare per le generose offerte e donazioni, con cui rispondono ai nostri appelli: vi preghiamo di continuare! Sono specialmente utili donazioni per borse di studio, che ci permettono di risolvere situazioni critiche di studenti meritevoli: ricordate l’Associazione in occasione dei vari eventi familiari e personali!

Anche da parte del Consiglio e dei Volontari del Centro di Ascolto, giunga

A VOI E AI VOSTRI CARI L’AUGURIO DI BUON NATALE E PER UN NUOVO ANNO DI PACE,

Giuseppina

Notiziario dicembre 2015